A Brescia commemorazione dopo sentenza

Alle 10.12 come nell'orario dello scoppio della bomba, con otto rintocchi delle campane, tanti quante le vittime, si è aperta a Brescia la commemorazione della strage di Piazza della Loggia del 28 maggio 1974. "In questi 44 anni da questa piazza è passata la storia della Repubblica. Nei 44 anni trascorsi dal 1974 siamo stati presidio democratico contro il fascismo" ha detto il segretario della Cgil di Brescia Silvia Spera, mentre è assente Maurizio Landini che sarebbe dovuto salire sul palco. "Siamo in questa piazza - ha aggiunto Spera - per la prima volta dopo la sentenza definitiva della Cassazione. Una sentenza che ci conferma che tanti mancano ancora all'appello della giustizia per questa strage". Per Silvia Spera, "ora che il depistaggio è diventato reato bisogna svelare quelle carte per individuare tutte le responsabilità". "Invito a rivendicare lo scioglimento di tutte le organizzazioni fasciste", ha detto un rappresentante degli studenti, chiamato ad intervenire sul palco.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Acquanegra sul Chiese

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...